Chirurgia estetica

La chirurgia estetica è una disciplina che da sempre ricerca il bello e l’armonia delle forme, del viso e del corpo. Si rivolge dunque a chi desidera migliorare il proprio aspetto, o un dettaglio della propria fisicità.

Chirurgia estetica e chirurgia ricostruttiva a confronto

La chirurgia estetica si interessa del miglioramento dell’aspetto della persona normale, a differenza della chirurgia ricostruttiva, che interviene per ricostruire ciò che è stato compromesso a seguito di interventi oncologici, a causa di traumi fisici o per malformazioni alla nascita.

Da una chirurgia d’èlite a una chirurgia per tutti

Negli ultimi anni, la chirurgia estetica ha visto un incremento del numero degli interventi. Da una chirurgia legata ad un’élite, è diventata oggi più alla portata di tutti, grazie all’espansione del target di riferimento e ad un conseguente contenimento progressivo dei costi.

Grazie a tecniche chirurgiche sempre più precise e sofisticate, è stato possibile arrivare non solo a risultati sempre migliori e maggiormente prevedibili, ma anche a ridurre la degenza in clinica, tant’è che oggi è possibile eseguire la maggior parte degli interventi di chirurgia estatica in regime di Day- Hospital o con una notte di ricovero, diminuendo così l’astensione dalle attività quotidiane.

La ricerca del bello e l’accettazione di sé

L’uomo è sempre stato attratto dall’estetica e dal raggiungimento del bello ideale che persegue nella vita di ogni giorno attraverso l’abbigliamento, il trucco oppure, in ultima analisi, con la chirurgia estetica. L’obiettivo finale? Prima di tutto piacere a sé stesso , per poter piacere anche al prossimo.
Da studi eseguiti da diversi psicologi, la persona che si piace si pone nei confronti degli altri in modo gradevole, ha una maggiore sicurezza di sé ed una vita interpersonale più serena. Prendiamo il caso di un adolescente con il complesso di avere un “brutto” naso. La correzione di tale difetto può portare ad un miglioramento del suo comportamento, aumentandone l’autostima. A volte rivedendo il paziente dopo un anno, spesso si stenta a riconoscerlo: cambia la pettinatura, il modo di fare ed il modo di relazionarsi con sé e con gli altri.

In questo, la chirurgia estetica viene in aiuto, correggendo quegli inestetismi che possono essere alla base di diversi complessi.

Interventi sul volto
Gli interventi sul volto
Non solo lifting

Tra i vari interventi di chirurgia estetica, quelli effettuati sul volto mettono maggiormente in risalto le capacità del chirurgo. Per ottenere il miglior risultato, spesso si deve intervenire su diversi punti del volto. Prendiamo ad esempio un volto femminile che cominci a mostrate i segni dell’età (che possono insorgere in un lasso di tempo compreso tra i 35 e i 50 anni): in questo caso, talvolta, non è sufficiente intervenire solo con un lifting, ma è necessario intervenire anche sulle altre componenti del volto, quali naso e palpebre, perché anche queste parti risentono dell’invecchiamento.
Il naso diventa più pesante e quindi assume maggiori proporzioni e la pelle delle palpebre diventa lassa, conferendo un’espressione di stanchezza all’intero volto.
Si può affermare dunque che un lifting ringiovanisce, non togliendo gli anni, ma ridando vivacità allo sguardo e freschezza al volto.

La rinoplastica

Sempre per quanto concerne la chirurgia del volto, l’intervento nel quale i chirurghi italiani eccellono, utilizzando tecniche invidiate dai loro colleghi oltreoceano, è la rinoplastica.
Il naso è una struttura complessa e richiede una conoscenza approfondita dell’anatomia, oltre ad una tecnica precisa e ad un notevole senso estetico, al fine di poterlo modellare in modo che risulti armonico nel complesso dell’intero volto.

Modellamento del corpo
Modellamento del corpo
La lipoaspirazione

Per quanto riguarda il modellamento del corpo, una tecnica fondamentale, acquisita in questi ultimi anni e che porta a risultati notevoli, è la lipoaspirazione (o liposcultura o celluloestrazione). Questo metodo viene utilizzato per asportare il grasso laddove si è maggiormente accumulato.La dieta da sola non può ridurre l’eccesso di tessuto adiposo in quelle zone, ma è fondamentale per raggiungere il peso ottimale, in modo da consentire al chirurgo di agire semplicemente modellando le aree soggette ad accumulo di grasso.

La chirurgia del seno

Gli interventi più richiesti nell’ambito della chirurgia del seno, sono quelli per aumentarne il volume con l’ausilio di protesi mammarie.
Attualmente, le protesi mammarie sono state notevolmente perfezionate, così come le tecniche chirurgiche, nello sforzo di ottenere risultati sempre più naturali e sicuri.Nell’intervento di mastoplastica additiva, siamo arrivati a programmare risultati sempre più personalizzati, sia per quanto riguarda il volume che la forma. Anche un seno che è diventato ptosico (cadente), essendosi svuotato nel tempo, può essere riportato alla sua forma originaria inserendo una protesi mammaria.

Un intervento personalizzato per ogni paziente

Alla base di un risultato ottimale di un intervento di qualsiasi tipo, vi è l’approccio del chirurgo nei confronti del paziente che desidera affidarsi alla chirurgia estetica.
Per questo è indispensabile un colloquio preliminare nell’interesse del paziente stesso, per comprendere meglio le sue esigenze, informarlo sul risultato che è possibile ottenere e scegliere le tecniche più idonee per il suo specifico caso.
L’intervento di chirurgia estetica deve essere personalizzato, poiché la nostra cultura ed il nostro senso estetico portano al rifiuto del sembrare “rifatti” e stereotipati, richiedendo, invece, una bellezza naturale, che è possibile ottenere con l’ausilio della chirurgia estetica, affidandosi a mani esperte.

Affidati all’esperienza del Prof. Stefano Bruschi
chiururgo plastico a Torino!