Rinoplastica
una scultura al centro del viso

INDICAZIONI

“La Rinoplastica è l’arte della correzione delle deformità nasali”.

L’intervento, nel quale i chirurghi italiani eccellono utilizzando tecniche invidiate dai loro colleghi d’oltre oceano, è la rinoplastica. Il naso è una struttura complessa, che richiede una conoscenza approfondita dell’anatomia, una tecnica precisa ed un notevole senso estetico, al fine di poterlo modellare in modo che esso risulti armonico nel complesso dell’intero volto.

Come sostiene il Prof. Bruschi: “Non esiste il naso personalizzato, esiste il naso perfetto con quelle fattezze di dimensione e forma dettate dalle analisi estetiche senza che sembri rifatto. Solo in tale modo, il naso potrà collocarsi in armonia con l’intero volto e risulterà pertanto differente, non perché “diverso”, bensì perché collocato in “visi diversi”. 

La chirurgia del naso costituisce uno dei capitoli più importanti ed al tempo stesso più affascinanti della chirurgia plastica. Essendo il naso una prominenza anatomica situata proprio al centro della faccia e, come tale, ben esposto ed altrettanto visibile, risulta evidente come esso debba essere considerato, oltre che un importante elemento anatomico-funzionale, anche un elemento estetico di valore fondamentale. Nella chirurgia del naso è necessario conoscere, prima di tutto, “l’ideale estetico”, quindi diagnosticare ciò che da questo ideale risulta deviato nel singolo paziente e programmare, di conseguenza, una strategia chirurgica al fine di correggere eventuali fattori che non rispondono a tali suddetti ideali. Molteplici sono le varianti che si possono riscontrare nell’anatomia di un naso, pertanto, il chirurgo deve avere a disposizione un numero considerevole di possibili varianti di tecniche per ottenere un risultato ottimale. 

Il chirurgo esperto riesce ad identificare ciò che originariamente deviava dall’ottimale estetico e utilizza il suo bagaglio tecnico nel modo migliore ed adeguato per raggiungere un risultato estetico-anatomico naturale. A tale scopo, risulta importante non creare delle forme stereotipate nel raggiungimento dell’ottimale estetico, rispettando le misurazioni e le proporzioni ottimali: sarà il volto, nell’ambito del quale il naso è stato modificato, a personalizzarlo. La dinamica espressiva di un volto ha un’importanza di gran lunga maggiore rispetto all’esattezza dei rapporti geometrici dei suoi elementi costitutivi, anche se il profilo può offrire, in termini pratici, un esempio di quella proporzione ideale di cui dovremmo tener conto quando programmiamo un intervento di modifica del naso.

Prof. Stefano Bruschi

INTERVENTO

L’intervento viene eseguita in anestesia generale o anestesia locale con sedazione profonda, in day-hospital o con ricovero di un giorno. Esistono diversi tipi di accessi  (open, closed, open-closed) che vengono utilizzati per reperire le strutture anatomiche da modellare. Nell’accesso open viene effettuata una micro incisione a livello della columella mentre negli altri accessi le incisioni sono nascoste all’interno delle narici. A seconda del risultato da ottenere si interverrà sulle strutture cartilaginee e/o osseo. Quando si corregge anche la deviazione del setto si può parlare di rino-settoplastica.
 

AVVERTENZE POST-OPERATORIE

A seconda dell’intervento eseguito il paziente presenterà una medicazione adeguata che consisterà nel posizionamento di due tamponi all’interno delle narici, dei cerotti per il modellamento delle strutture nasali, un archetto per la stabilizzazione del dorso; nell’ accesso open sarà presente una sutura a punti staccati con fili molto sottili. 

Subito dopo l’intervento e per le prime 12 ore sarà applicata sugli occhi una medicazione leggera e delle compresse fredde che verranno cambiate frequentemente. Edema ed ecchimosi variano da paziente a paziente e possono essere di lieve o media intensità. La maggior parte dell’edema e delle ecchimosi scompare fra il quinto ed il decimo giorno. Il paziente sarà in grado di alzarsi subito dopo l'intervento e la mattina successiva saranno rimossi i tamponi nasali. Per la ripresa delle normali attività si dovranno attendere circa 2 settimane.

DOMANDE FREQUENTI 

  1. D: E’ un intervento doloroso?
    R: Assolutamente no.

  2. D: Per quanti giorni si tengono i punti?
    R: I punti di sutura verranno rimossi dopo 7 giorni dall’operazione.

  3. D: Dopo quanto tempo ci si può esporre al sole?
    R: Sarà possibile esporsi al sole dopo 15 giorni con la protezione solare totale.

  4. D: Qual è la durata del risultato?
    R: La durata del risultato è stabile nel tem
Additiva mammaria
Additiva mammaria
Additiva mammaria
Additiva mammaria