Stefano Bruschi


CHIRURGIA ONCOLOGICA MAMMARIA


Prof. Stefano Bruschi
Ordinario di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica
Direttore della Scuola di Specialità di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica Università di Torino
Coordinatore Nazionale del PFP (chirurgia estetica della S.I.C.P.R.E.)
Visiting Professor dell'ISAPS

La Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica è una branca specialistica che mira a perseguire quello che è l’orientamento della medicina moderna secondo il concetto di Salute e Benessere, come formulato dall’ O.M.S. (Organizzazione Mondiale della Sanità). Quando parliamo di estetica questo concetto di Salute e Benessere deve essere applicato a tutti gli interventi che modificano di fatto l’immagine.

Nella chirurgia oncologica mammaria: la ricostruzione deve avere sempre una finalità estetica ed è proprio questo che mi ha spinto a formulare l’acronimo C.O.R.E. (Chirurgia Oncologica Ricostruttiva Estetica). È fondamentale quindi che chi decida di dedicarsi a questa specialità, riesca sì ad acquisire un grandissimo “know-how” delle tecniche chirurgiche, ma senza mai dimenticarsi di abbinare tutto questo bagaglio tecnico ad uno spiccato senso estetico. Ecco che allora diventa fondamentale il cosidetto “insight estetico”, tema che sostengo in modo perentorio quando faccio formazione e che mi piace racchiudere nella seguente affermazione: “meditare su ciò che è bello e provare ad imitarlo”.

Tanta attenzione estetica genera anche un miglioramento nella qualità di vita del paziente?
“Migliorare l’immagine di un paziente che ha subito un intervento di chirurgia oncologica demolitiva contribuisce eccome al miglioramento della sua qualità di vita. Diversi studi dimostrano come l’immagine corporea rifletta un concetto poliedrico che coinvolge le percezioni, i pensieri, le emozioni, i comportamenti dell’individuo, oltre che la funzionalità fisica. La soddisfazione di sé e della propria immagine corporea, ovvero il provare sentimenti di attrazione e appagamento verso il proprio corpo, viene a essere influenzata negativamente da cambiamenti nell’aspetto fisico legati al cancro. In questo ambito, il chirurgo plastico ha un ruolo fondamentale: migliora lo stato di salute fisico e, di conseguenza, lo stato emotivo e cognitivo del paziente. In ultima analisi l’estetica medica, nel garantire la qualità di vita di questi pazienti, ha un’influenza notevole per cui va affrontata con professionalità e disciplina”.

Quali sono i risultati ottenuti nella sua specialità?
“Ci occupiamo di chirurgia oncologica mammaria ricostruttiva da più di 40 anni, e per molti aspetti possiamo considerarci dei leader a livello internazionale. Questo, anche perchè non abbiamo avuto limiti nell'utilizzo delle protesi in silicone, che furono invece ritirate negli USA nel 1992.
Deteniamo il primato del follow-up più lungo. Voglio dire, con questo, che gli italiani, nonostante la loro tendenza ai complessi di inferiorità nei confronti degli altri Paesi, non sono secondi a nessuno, e possiedono potenzialità delle quali loro stessi sono inconsapevoli”.





CORE

Tipologie di intervento

Chirurgia plastica ricostruttiva

Seleziona una categoria per avere maggiori informazioni sulle diverse modalità di intervento.

ITPAS


Stefano Bruschi

Affidati all’esperienza del Prof. Stefano Bruschi
chirurgo plastico a Torino!

Ordinario di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica
Direttore della Scuola di Specialità di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica Università di Torino
Coordinatore Nazionale del PFP (chirurgia estetica della S.I.C.P.R.E.)
Visiting Professor dell'ISAPS